Fistola anale

G. R. – 40 anni – Salzano (VE)

Un giorno mi si presenta un uomo dalla faccia tormentata: magro, consunto, a malapena la barba copre i tratti affilati del volto.

Fa l’assicuratore ed ha sentito parlare di queste cure naturali e vorrebbe pro­varle per una fastidiosa fistola anale, che lo tormenta da anni.

Ha provato ogni cura immaginabile ed ha subito anche un intervento chirur­gico senza esito soddisfacente.

Gli consiglio un’alimentazione disintossicante e molta idroterapia e fangote­rapia.    
Ho l’occasione di rivederlo dopo un anno e mi ricorda il motivo per il quale ci eravamo visti e che io avevo completamente dimenticato, dicendomi che quel fa­stidioso tormento era scomparso.

Per i dettagli applicativi relativi alla singola persona  ed al singolo caso si rimanda ad un consulto naturopatico.

N.B.: Le informazioni fornite su questa pagina hanno scopo puramente informativo; esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico naturopata.