Dialisi – Reni policistici

Quando cominciò a frequentare il nostro Istituto, questo paziente era in diali­si 3 volte la settimana da 7 anni. Era ormai scoraggiato conoscendo l’esito ineso­rabile del suo male, dal momento che presentava due reni policistici come dei grossi meloni.

Inizialmente gli pareva impossibile che un po’ d’acqua fredda potesse aiutar­lo nella sua malattia, ma ben presto cominciò ad apprezzare i benefici che gli ap­portava il mantello grondante d’acqua fredda che metteva sul corpo caldo per 7-8 volte di seguito.

Non urinava per niente ed aveva sempre dei grossi problemi con l’equilibrio dei sali minerali nel sangue come tutti i dializzati, per cui si stupì molto quando, parlando di alimentazione, gli consigliai di mangiare frutta e verdura cruda in gran quantità, cosa che gli era da anni vietata proprio per il problema del potas­sio. Io diedi il mio parere e poi lo lasciai libero di fare come volesse.

Prima molto riluttante e poi sempre più convinto, cominciò a introdurre nel­la sua alimentazione quel che prima neanche si sognava: le mele, le pere, i finoc­chi, il radicchio, ecc.

Con sua grande soddisfazione, mio grande sollievo e molto stupore da parte dei sanitari, il potassio nel sangue, anziché sbilanciarsi, si normalizzò; lentamen­te e gradatamente anche gli altri valori ematici si spostarono verso la normalità. Si ridussero i bruciori di stomaco.

Ricominciò ad urinare, dapprima poche gocce, poi 1/2 bicchiere e poi, qual­che bicchiere. Ogni tanto capita qualche emorragia, forse per il rompersi di qual­che cisti; con pazienza e molta coda cavallina può essere riequilibrata anche sen­za trasfusione.

Il suo stato di salute generale è decisamente migliorato, non certo guarito, data l’entità della malattia, però ha potuto finalmente ridurre da tre a due volte per settimana, la dialisi e sopporta molto meglio la malattia.

Per i dettagli applicativi relativi alla singola persona  ed al singolo caso si rimanda ad un consulto naturopatico.

N.B.: Le informazioni fornite su questa pagina hanno scopo puramente informativo; esse non possono sostituire in alcun modo le prescrizioni di un medico naturopata.