Manuel Lezaeta Acharan

lezaeta
Manuel  Lezaeta  Acharan è nato a Santiago il 17 giugno 1881, in una famiglia di 15 fratelli. A 18 anni entrò all’Università del Cile per studiare medicina.
Tuttavia, la sua carriera medica è stata stroncata da gravi malattie. Per anni è stato trattato da specialisti, fino al punto di essere diagnosticato incurabile. Provvidenzialmente incontrò  Padre Taddeo di Wiesent , che con le sue pratiche naturiste e la sua grande intuizione è riuscito a restituirgli la salute in pochi mesi.  Il prodigioso miglioramento non è stato, tuttavia , privo di sforzo e perseveranza da parte sua.

Questo evento ha segnato per sempre la vita di Lezaeta, o meglio, è stata la risposta alla sua costante preoccupazione, perché, anche se la sua vita era quello di un giovane borghese, è anche vero che lui è sempre stato un grande ricercatore di certezze.
Influenzato  da questa esperienza  perciò  si ritira da medicina dove si stava per laureare a pieni voti e decide di entrare nella facoltà di giurisprudenza , laureandosi  con lode nel 1904. Ma il resto della sua vita l’ha dedicato alla Medicina Naturale .
Da allora iniziò a ricercare e studiare senza sosta, ad imparare da Padre Taddeo il più possibile, e ad approfondire da innumerevoli  fonti le basi delle  guarigioni che ha visto, studiando scritti dei pionieri del naturismo come  Vincent Priessnitz o Sebastian Kneipp tra gli altri; fino a quando Padre Taddeo andò in Colombia a curare i lebbrosi.
Diventò vegetariano e visse con gli elementi vitali naturali: acqua, sole, aria, terra.

Studiò a fondo il metodo vissuto in prima persona su se stesso, così come le varie terapie  che sembravano benefiche per la salute, con coraggio e determinazione mai visti .
Il premio di raro valore è stato il raggiungimento di una salute invidiabile che lo trasformò da malato incurabile al miglior esempio vivente dei vantaggi derivanti dal vivere in armonia con la natura.

Scoprì il principio dell’equilibrio termico secondo il quale un organismo per vivere in salute deve mantenere la temperatura ottimale di 37° sia sulla pelle sia negli organi interni. Tale enunciato è stato confermato successivamente dalla scienza che l’ha riconosciuto soprattutto per i processi digestivi.
Il messaggio principale della sua dottrina è che l’uomo è parte della natura, perché in essa nasce, vive e si sviluppa. Già Ippocrate aveva coniato affermazioni come:  La tua medicina sia il tuo cibo e il cibo sia la tua medicina ; la natura è la cura .

Superò le enormi difficoltà e la forte opposizione da parte dei medici del suo tempo, così come le altre scuole di naturopatia.  Affrontò  lo scredito dovuto alle azioni legali contro di lui per  ” abuso della professione medica ” dalle quali fu assolto in quanto il naturismo sostenuto da lui era un “modo di vita” e non sistema di guarigione, quindi non si poteva considerare  pratica di medicina quello che Lezaeta praticava .
Ma ciò che è davvero notevole in lui  non è  l’essere stato un uomo di eccezionale intelligenza  dai  molteplici talenti, ma piuttosto raggiungere i suoi scopi nonostante un percorso disseminato di ostacoli.
Era certo  che la Natura, come forza vitale, è la sorgente che fornisce alla nostra esistenza fin dall’inizio le poche reali necessità per sviluppare e mantenere la salute. E tale certezza l’ha voluta condividere con tutti gli altri uomini e non ha risparmiato alcuno sforzo per farlo.
Scrisse perciò il suo libro principale: “La medicina naturale alla portata di tutti”, libro che ottenne una diffusione mondiale ineguagliabile nel suo campo. Fu pubblicato in Cile, Argentina, Messico, Spagna, Portogallo, Brasile, Inghilterra, Francia, Stati Uniti, Germania e Italia. In diverse di queste nazioni continua ad essere disponibile, in Italia è arrivato attualmente alla 28° edizione!
Dedicò così la sua vita a visitare e trattare ammalati e diseredati che accorrevano da lui per avere  sollievo dai loro mali, ricevendo da lui soccorso in modo del tutto gratuito.

 Fonte: Wikipedia.

Licenza Creative CommonsMedicina Naturale di Lezaeta e Costacurta di Claudio Karuno Basso è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia.

 

Un pensiero su “Manuel Lezaeta Acharan

I commenti sono chiusi.